Bootcamp di X Factor, Audizioni di Amici, The Voice Italia.
Attualmente fare musica sembra impossibile se non passando attraverso le fila di questi grandi mostri della comunicazione odierna: i talent show.
Ma davvero credete di dover abbandonare il vostro sogno se non passate la selezione di qualche giudice pagato per fare audience?
Io non credo e ve ne porto una prova.
Oggi ho intenzione di raccontarvi la storia di una persona che ha intrapreso un’altra strada per seguire la sua viscerale passione per la musica.

Jack Viesti, classe 1993, lavora in uno studio di geometri da tre anni, ma l’ambiente dell’ufficio gli sta stretto e spera un giorno di poter fare della sua ritmata attitudine da batterista una professione.
Membro da ormai un’anno della Jimmy & Scots Folk Band ha girato numerosi locali di Bologna e fiere di periferia, fino ad arrivare ad esibirsi in Repubblica Ceca in un incontro di città gemellate a Znojmo. Sono un caldo gruppo di quattro ragazzi adatto ad animare le serate tranquille con gli amici in cui si ha voglia di lasciarsi trasportare da sonorità irlandesi del Tin Whistle, del Country e del Folk. Quanti possono infatti dire di aver ascoltato, mentre sorseggiavano una birra, dolci e rari suoni di Cajon, Violoncello o Ukulele?

Ma non ci si può certo fermare qui: perché proprio l’anno scorso, verso settembre, in un Pub di Bologna, Jack incontra un ex giocatore del Bologna, attualmente nella rosa del Verona, Franco Zuculini. Un nome che sicuramente a molti di voi sarà già noto.
Si tratta,infatti, di una figura ben lontana dalla tradizionale fisionomia dello sportivo ottuso che si accontenta di essere un ottimo centrocampista; egli si destreggia molto bene anche nel campo dell’arte come pittore, disegnatore, ma soprattutto musicista.
Insieme fondano nel settembre 2015 la Zucu’s Blues Band in cui Niels Amaral canta, Franco si occupa delle tastiere, Jack della batteria, Thomas Randazzo della chitarra e Marco d’Alessandro del basso.
Al loro esordio il 22 Dicembre 2015 al music club Take Five di Bologna, hanno raggiunto il tutto esaurito. Da quel momento in poi le esibizioni si sono protratte per l’intero anno fino ad ora che hanno avuto un momento di stallo a causa del trasferimento di Zuculini a Verona.

E last but not least il progetto di incidere un disco che Jack sta portando avanti con il suo chitarrista Thomas. Molte delle canzoni le hanno già realizzate ed altre,invece, devono ancora essere messe su carta. Il tutto sperando in una collaborazione con una professionista del mestiere che ad ora gli ha spinti solo a realizzare un Sanremo di Pianoro…Avete capito poco? tranquilli ci sarà modo di riparlarne nelle prossime puntate 😉

zucus-blues-band

Zucu’s Blues Band

Anche perché il mio tempo è quasi scaduto e vorrei lasciarvi con un piccolo incoraggiamento: quello di non smettere mai di sognare, non smettere mai di rincorrere ciò in cui credete.
Perché anche se il grande mercato musicale è ora fatto di canali prestabiliti per ottenere un immediato e lampante successo, voi continuate a cercare le strade alternative, usate l’ingegno e non sprecate le occasioni.

Dietro l’angolo potrebbe nascondersi un’inaspettata possibilità anche per voi…

Giulia